DEFENCE TECH CHIEDE LA MODIFICA DEL PROPRIO STATUTO PER DIVENTARE SOCIETA’ BENEFIT

  • Il gruppo, leader nel settore della cybersecurity e della difesa nazionale, intende rafforzare il proprio impegno verso la sostenibilità sociale ed ambientale;
  • La modifica dello statuto genererà un impatto positivo per i soci, gli azionisti, gli stakeholder e anche per dipendenti, collaboratori e fornitori;
  • Iniziative di charities e non profit tra le attività che saranno promosse dall’azienda.

Il Gruppo Defence Tech, tra i principali leader nel settore della cybersecurity, dei big data, dell’intelligence, dello spazio e della difesa nazionale, propone, all’assemblea dei soci, la modifica del proprio statuto per acquisire lo status di Società Benefit.

Con questa decisione il Gruppo, quotatosi lo scorso 29 ottobre all’Euronext Growth Milan, sceglie di perseguire obiettivi di bene comune e intraprende un percorso di sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale ed ambientale. 

“Da sempre mettiamo al centro i dipendenti e il loro benessere, valorizzando l’aspetto umano e cercando di promuovere un ambiente il più inclusivo possibile – afferma l’Amministratore Delegato di Defence Tech, Emilio Gisondi –“Con l’acquisizione dello status di società benefit cerchiamo di orientare anche le scelte di investimento verso politiche di rilevanza sociale impegnandoci a rafforzare i temi legati non solo ai criteri ESG ma anche al rispetto dei diritti umani” ha concluso Gisondi.

Il Gruppo Defence Tech darà spazio in maniera trasparente ad attività di charities e non profit, promuovendo un modello di azienda innovativo e integrando gli obiettivi di business con aspetti di natura sociale ed ambientale.  

Questa scelta genererà un impatto positivo non solo per i soci, gli azionisti e gli stakeholder ma anche per dipendenti, collaboratori, fornitori e territorio.